web analytics

Il Club del Software Libero

Chiacchiere, notizie, trucchi per conoscere i programmi Open Source

I metadati di Calibre: Tag e altre informazioni

Continuiamo a Parlare dei metadati di Calibre, occupandoci di quello che c’è tra la copertina e la finestra delle note. Vi ricordo che questo è il terzo post sull’argomento, e che potete rileggervi il primo (Come impostare i metadati in Calibre) e il secondo (I metadati di Calibre: copertina e commenti) cliccando sui due link.

A cosa servono

Questo gruppo di metadati è molto importante in quanto ci offre la possibilità di inserire una serie di informazioni preziose per quando dovremo impostare una ricerca.

Qui troviamo le informazioni che ci consentono di dare una valutazione ai volumi della nostra biblioteca, di raggrupparli secondo parole chiave, di inserire informazioni “di servizio”, come la data di pubblicazione, l’editore, l’identificativo univoco (ISBN, ASIN, ecc.) e la lingua in cui il libro è scritto.

Ma la cosa più importante è che qui possiamo impostare i Tag di Calibre, cioè le parole chiave che useremo per le ricerche, secondo i nostri criteri personali.

i Tag di calibre e altri metadati informativi

I metadati di Calibre: Info e Tag.

La Valutazione

Come visibile nell’immagine, il primo campo di questo gruppo di metadati ci offre la possibilità di dare una valutazione all’ebook. Si tratta di un voto, espresso con un numero di stelline che può andare da zero a cinque.

Per usarlo bene dobbiamo stabilire prima un criterio di valutazione, e poi una scala di valori per il voto vero e proprio. Possiamo decidere di segnalare semplicemente quanto ci è piaciuto l’ebook oppure stabilire altri criteri a nostra scelta, basta rimanervi coerenti.

La valutazione assegnata è uno dei criteri utilizzabili nei filtri di ricerca.

I Tag di Calibre

Questo è il campo più importante, che ci permetterà cercare i nostri libri e di creare biblioteche virtuali. I tag di Calibre sono le parole chiave attraverso cui descriviamo il libro e gli argomenti che tratta. Devono essere inseriti nel campo separandoli con la virgola, e possiamo scegliere tra quelli già memorizzati usando la lista a discesa indicata dalla piccola freccia in basso posta in fondo al campo stesso. Esiste però anche una finestra di gestione dei tag, che possiamo aprire col pulsante che raffigura una lista numerata e si trova a sinistra. Qui possiamo aggiungere nuovi tag, modificare o cancellare quelli esistenti e assegnarli al libro su cui stiamo lavorando, col vantaggio di avere sott’occhio l’elenco completo.

Gli Identificatori

Quello che segue è lo spazio dedicato agli identificatori, cioè ai codici che, come ad esempio l’ISBN, contengono i dati necessari per identificare in modo univoco ciascun libro, permettendo di trovarlo senza difficoltà nei cataloghi e nelle librerie, online e non.

Data di inserimento e di pubblicazione

Qui c’è ben poco da dire. Sono, appunto, la data in cui aggiungiamo il libro alla nostra biblioteca e quella in cui è stato pubblicato. Da notare i due diversi formati: la data di inserimento indica un giorno preciso, mentre quella di pubblicazione mostra solo mese e anno.

Editore

Possiamo indicare qui la casa editrice, digitandone il nome o scegliendolo dalla lista a discesa che mostra tutti quelli già memorizzati.

Lingue

Utile se la vostra biblioteca è “internazionale”, ma non solo. Anche se generalmente un libro è scritto in una sola lingua, ci sono delle eccezioni: per esempio volumi che mostrano il testo originale con una traduzione a fianco. Per questo motivo è possibile indicare più linguaggi in questo campo.

Per oggi basta. Nel prossimo post della serie parleremo di come sia possibile scaricare i metadati di un ebook direttamente dalla rete, e dei pro e contro di questo metodo, quindi…

Stay Tuned!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Il Club del Software Libero © 2016 - 2018 Frontier Theme