web analytics

Il Club del Software Libero

Chiacchiere, notizie, trucchi per conoscere i programmi Open Source

Freeplane: cosa sono i nodi clone?

Che differenza c’è tra la copia di un nodo e il suo clone? Scopriamo insieme un’altra interessante caratteristica di Freeplane.

I Nodi copia

La copia di un nodo è semplicemente un altro nodo ottenuto usando i comandi Copia e Incolla. Si prende un nodo qualsiasi, lo si seleziona e lo si copia, usando il menu Modifica, oppure le combinazioni di tasti Ctrl+C e Ctrl+V. Il risultato è un secondo nodo uguale al primo, e tutto finisce lì.

Sono indipendenti

La copia creata è a tutti gli effetti un nodo a sé stante, che puoi modificare tranquillamente a tuo piacimento. Naturalmente dopo le modifiche il nodo non sarà più uguale all’originale, quindi non sarà più una sua copia esatta come nel momento in cui l’hai creato.

I Nodi clone

Ma in Freeplane esistono anche i nodi clone. Sono sempre copie, ma si comportano in modo leggermente diverso. Dopo aver copiato un nodo, si usa Ctrl+D per creare un clone (si può fare anche dal menu Modifica), e lo si inserisce dove si vuole. Fin qui è tutto come una copia normale.

Cambiano insieme all’originale

Ma se provi a modificare il nodo originale scoprirai che anche il clone cambia. Si tratta quindi di una copia “dinamica”, sempre connessa all’originale in modo da mantenersi identica ad esso anche in caso di modifiche successive. E la cosa funziona a doppio senso: anche una modifica del clone provocherà un cambiamento nell’originale, proprio come l’opposto.

nodi copia e nodi clone

Nodi copia e nodi clone.

Come distinguere un nodo clone?

Ma come fare a distinguere i nodi clone in una mappa? Basta selezionare un nodo, e se si tratta di un clone comparirà una piccolo quadrato al suo lato sinistro. Per la verità non è molto visibile, per cui, specialmente se il colore del nodo è molto simile allo sfondo, diventa veramente difficile accorgersi della sua presenza. Speriamo che nelle prossime versioni di Freeplane gli sviluppatori lo rendano più evidente.

E quando usare i cloni?

Dipende tutto dalla mappa che stai disegnando. Non bisogna dimenticare che Freeplane non serve solo a disegnare mappe mentali “stile Buzan”, ma anche a rappresentare mappe concettuali e di altro genere.
In caso di disegni molto complessi, l’uso dei cloni permette di fare modifiche a più sezioni della mappa contemporaneamente, e soprattutto senza dimenticare nulla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Il Club del Software Libero © 2016 - 2018 Frontier Theme