Il Club del Software Libero

Chiacchiere, notizie, trucchi per conoscere i programmi Open Source

Freeplane: come inserire collegamenti grafici

I collegamenti grafici sono uno dei componenti delle mappe mentali. Vediamo cosa sono, a cosa servono, e come inserirli nelle mappe di Freeplane.

Ma cosa sono i collegamenti grafici?

Prima di tutto, cerchiamo di stabilire cosa sono questi famosi collegamenti grafici. Li ho definiti “grafici” per distinguerli più chiaramente da quelli “elettronici”, cioè dai link. In una mappa mentale creata al computer, infatti, è possibile inserire collegamenti anche a testi, immagini, altre mappe o siti web. Ma di tutte queste cose parleremo in altri post.

Quindi: i collegamenti grafici sono delle frecce colorate che uniscono tra loro nodi che appartengono alla stessa mappa, ma a rami diversi. Oppure a diramazioni diverse dello stesso ramo principale, come nell’esempio qui sotto (la freccia blu).
Freeplane: collegamenti grafici

Un esempio di collegamento grafico

E a cosa servono?

I nodi che appartengono a ciascun ramo di una mappa mentale sono connessi gerarchicamente: il più vicino al centro esprime un concetto che viene approfondito dai nodi successivi, via via che ci si allontana. Allo stesso tempo, si formano nuove diramazioni aggiungendo concetti associati a quello principale.

Ma, col crescere della mappa, potremmo scoprire l’esistenza di nuove associazioni tra nodi già esistenti, che non possono essere spostati dai rami in cui si trovano. In questo caso un collegamento grafico risolve il problema. Un altro loro uso è quello di evitare nodi o ramificazioni duplicate.

Come sono fatti?

Come abbiamo detto, i collegamenti grafici sono delle frecce colorate. O anche delle semplici linee, di colore e spessore diverso dai rami che uniscono. Lungo la linea (o la freccia) si può aggiungere una parola (o una frase) che aiutino a comprendere il motivo del collegamento.

I collegamenti grafici di Freeplane

Freeplane ci offre due metodi per inserire collegamenti grafici nelle mappe. Quello più lento consiste nel selezionare i nodi da collegare e poi usare il menuModifica>Aggiungere collegamento grafico“. Si può velocizzare il tutto usando la scorciatoia dei tasti Ctrl + L.

L’altro, ancora più veloce, sfrutta il tasto destro del mouse. Evidenziamo il nodo di partenza del collegamento e poi spostiamo il cursore su quello di arrivo tenendolo premuto. Il collegamento apparirà magicamente appena rilasceremo il tasto.

Per cambiare l’aspetto di un collegamento già esistente, basta portarci sopra il cursore e premere ancora il tasto destro. Appare una finestra da cui possiamo impostare l’eventuale testo, colore e spessore della linea, e la forma delle sue estremità.

Freeplane: finestra collegamenti grafici

La finestra che si apre col tasto destro del mouse

Dalla stessa finestra possiamo anche cancellare un collegamento. Se vogliamo invece modificarne la forma, dovremo premere il tasto sinistro del mouse, sempre con il cursore sopra al collegamento da modificare.

Mi pare di aver detto tutto, quindi vi saluto. Come sempre, avete i commenti a disposizione, e la vostra opinione è la benvenuta. E, come sempre…

Stay tuned!

Updated: 24 agosto 2017 — 13:51

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il Club del Software Libero © 2016 - 2017 Frontier Theme